Racchiusa tra le vette delle Alpi Pennine e conosciuta anche come “valle più verde d’Italia”, la Valsesia (VC) è dominata dal massiccio del Monte Rosa, sul quale sorge la celeberrima Capanna Margherita (4.554 metri).

La cultura propriamente valligiana si è fusa ben presto con quella portata dalla colonizzazione del popolo Walser, di stirpe germanica, giunto dal vallese svizzero verso la metà del XIII secolo. La principale vocazione del popolo della Valsesia è sempre stata la produzione d’arte, la valle è infatti culla di grandissimi artisti che hanno lasciato opere conosciute in tutto il mondo.

“Valsesia” vuol dire anche gusto: i sapori della cucina tradizionale sono legati all’ambiente alpino e prealpino e sono basati sui prodotti del lavoro montano come latte, burro, formaggio, polenta, pane e miele insieme alla secolare produzione di vini: ben tre vini DOC e due DOCG (Boca, Sizzano, Coste della Sesia; Gattinara e Ghemme, i paesi di produzione). La storia della Valsesia conserva le memorie delle vite di personaggi eccezionali come quelle legate alla Beata Panacea o a Fra’ Dolcino, Gaudenzio Ferrari e Tanzio da Varallo, Giuseppe Magni e Vincenzo Lancia. Ricche anche le tradizioni folkloristiche come quelle legate al Carnevale.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA VALSESIA POTETE VISITARE IL SITO WWW.INVALSESIA.IT